Skip navigation

Tag Archives: oneplus

L’annuncio che praticamente quasi tutto il team che sviluppa #Paranoid Android é stato assoldato da OnePlus per lo sviluppo della nuova rom custom  #OxigenOS che equipaggerà il nostro #OnePlus One , non puó altro che farci ben sperare per il futuro del nostro device. Se a questo aggiungiamo che del team farà parte anche l’italiano @Carlo Savignano, ci sentiamo anche tutti un po’ orgogliosi.
Carlo Savignano é già molto conosciuto nel microcosmo Xda  come membro importante del team di PA ed é l’esempio di quanto la passione porti a fare tutt’altro rispetto a quanto ci si sia preparati a fare (studia medicina).
Campanilismi a parte, sono sicuro che la sua attiva collaborazione ad OxigenOS assicurerà a tutti noi un occhio di riguardo per la localizzazione in italiano e sicuramente quell’innato gusto estetico che tutti noi, “italici figli”, ricerchiamo ed apprezziamo.
In bocca al lupo a te e a tutto il team.
Have fun. …always!

Annunci

Dichiarazioni di Steve Kondik svelano che Googlealways!a personspesoSundar Pichai, durante un meeting col team di Cyanogen abbia avanzato una proposta di acquisto della start up per un miliardo di dollari.
Offerta declinata da Cyanogen (per fortuna) e che non capisco.
Cyanogen non fa altro che customizzare le AOSP e fare il porting verso altri dispositivi. La CyanogenMod é una custom rom “molto stock” e, fatto salvo il theme manager, non ha servizi aggiuntivi appetibili tali da giustificare una offerta del genere. Né credo servano a Google i suoi sviluppatori che, seppur bravi, andrebbero ad aggiungersi alla miriade di altri sviluppatori, bravi, già al soldo di Google.
Allora perché comprare Cyanogen? L’unica spiegazione é: per chiuderla.
Pensate a me ed al mio vecchio Galaxy Nexus (per non parlare del buon LG P500). Se non ci fosse stata Cyanogen (ed altri, a dire il vero) il mio terminale non avrebbe mai ricevuto KitKat e sarei stato costretto a cambiare dispositivo per avere le nuove versioni di Android (e cosí avrebbero dovuto fare tanti altri con altri device) spendendo soldi che invece non ho speso. Oltre il fattore commerciale, che per me é quello principale, c’é anche la disaffezione di molti (me per primo) verso Google e la sua vergognosa politica di aggiornamenti dei suoi device, che dura solo 2 anni passati i quali non vengono piú rilasciati aggiornamenti di versione per i suoi terminali Nexus. Una roba che, quando appresa da noi aficionados dei terminali Nexus, ci ha fatto gridare al tradimento e che mi ha personalmente portato ad acquistare un OnePlus One targato Cyanogen piuttosto che un nuovo Nexus.
Lo so! É solo psicoanalisi a buon mercato ma a sospettare il piú delle volte ci si prende.
Allora dico: “Google! #giulemanidacyanogen.
Have fun. ..always