Skip navigation

Tag Archives: iphone

Se usate un iPhone o un iPad o qualsiasi altro “iDevice”, affrettatevi ad aggiornare il sistema operativo alla versione 9.3.1.

Se non lo fate, potreste rischiare di trasformare il vostro device in un costosissimo fermacarte.

Il problema, comè è stato dimostrato dal ricercatore Zach Straley in un video pubblicato a gennaio su youtube, risiede in una bizzarria del sistema operativo stesso e che si verifica settando la data del dispositivo al 1 gennaio 1970. Con tale operazione, il dispositivo si blocca e diventa inutilizzabile. Mi raccomando di non provare assolutamente a farlo.

Apple è subito corsa ai ripari rilasciando una nuova versione del sistema operativo per i suoi dispositivi mobili che risolve il problema ma ha anche dovuto prendere atto di quanti pericoli possano esserci anche considerando che,  come dimostrato da alcuni ricercatori, tale vulnerabilità può essere innescata anche tramite apparati di rete e che, l’ignaro utente, collegandosi ad un a rete wireless libera malevolmente adattata, si ritroverebbe con un costosissimo fermacarte tra le mani.

Invito tutti i possessori di devices mobili Apple ad aggiornare immediatamente il sistema operativo.

Have fun. …always!

Apple ha riscontrato un difetto della fotocamera iSight su una piccola percentuale di iPhone 6Plus e si offre di sostituire gratuitamente la componente hardware difettosa. Il problema interessa un minima parte di iPhone 6+ prodotti tra settembre 2014 e gennaio 2015.
Se siete interessati, a questa pagina sul sito Apple troverete tutte le informazioni necessarie.
Have fun. …always!

Apple ha annunciato tramite il NY Post, che alcuni iPhone 5S hanno un problema di fabbricazione che provoca un rapido consumo della batteria. Anche se ha annunciato che si tratta solo di pochi pezzi, sospetto che non siano poi tanto pochi altrimenti non si sarebbero affannati ad annunciarlo ma avrebbero atteso il normale evolversi attraverso i canali di assistenza. Detto questo, invito chi é intenzionato ad acquistare un iPhone, a stare attento di fronte ad offerte particolarmente allettanti e di attendere un pochino prima di acquistare soprattutto in canali che non siano quelli ufficiali di Apple per evitare che qualche venditore passi al compratore la “patata bollente”.
Certo che se dovesse capitare  l’assistenza Apple é sempre pronta ad intervenire e porre rimedio ma, potendo,  meglio sarebbe evitare.
Have fun. …Always!

É ironico ma le BSOD che affliggono iphone 5S, anche se non contengono informazioni, somigliano sorprendentemente a quelle di Windows per quanto riguarda la cromia.
image

A quanto pare il problema sembra dovuto all’integrazione di iWork con iOS7. Alcuni report sui forum ufficiali di assistenza Apple sembrano rafforzare questi sospetti. Addirittura un utente riporta: “mentre era aperto un file in Number, ho premuto il pulsante off per bloccare lo schermo ed invece di andare in sospensione, il telefono si é spento e non riparte più restando bloccato al boot”.
Altri segnalano BSOD quando provano a salvare i files nelle app iWork o quando passano da una app di iWork all’altra.
Notizie inquietanti insomma per i possessori di iPhone 5S.
Alcune buone nuove arrivano sempre dallo stesso forum in cui alcuni users hanno segnalato una notevole riduzione di BSOD disattivando la sincronizzazione delle apps iWork con iCloud anche se altri hanno smentito.
Insomma una seria vulnerabilità che potrebbe inficiare anche il sandboxing di iOS, solitamente affidabile, ed alla quale Apple sembra non riuscire a porre rimedio neanche con la patch 7.0.2 per iOS.
Una debacle inaspettata per la casa di Cupertino che “smitizza” un po questo os troppe volte sopravvalutato a parer mio.
Staremo a vedere.
have fun …Always! (with Android)

Date le molte richieste, ecco la release di Google maps per iPhone. Navigate gente! Navigate.

Have fun. …Always!

L’idea di cloud storage da parte di Microsoft è sempre stata considerata un po’ “sui generis” da molti utenti, me compreso.

Da un lato c’era SkyDrive con 25gb di spazio per il semplice storaggio dei files e dall’altra c’era Mesh con 5gb di spazio che teneva i file sincronizzati e permetteva l’accesso remoto, ma erano due “entità” separate e questo lo rendeva poco utile.

Ora cambia tutto e Microsoft ha messo a punto una serie di applicazioni per SkyDrive che hanno rivoluzionato il servizio rendendo possibile il file syncing e l’accesso remoto ai files. Le dimensioni sono state ripensate e sono di 7gb si storaggio e sincronizzazione come opzione base gratuita con la possibilità di aumentare lo spazio disponibile acquistandolo a partire da 10 $/anno per 20gb fino a 50$/anno per 100gb.

La cosa bella è che sembra che per i possessori di un account Skydrive alla data antecedente il 22 aprile 2012 e che abbiano caricato almeno un file, potranno beneficiare a richiesta di un upgrade gratuito a 25gb mentre se si avevano almeno 4gb di files presenti su Skydrive, l’upgrade a 25gb sarà automatico. (corro a prendermi i miei 25gb 😉 (edit:fatto! 😉 ) )

A completare questa svolta, Microsoft ha rilasciato anche dei client per Windows, Windows phone, Mac e iphone. Per Windows 8 e i Windows phone OS di prossima generazione l’integrazione sarà di default.

Noi “sventurati” utenti Linux dovremo arrangiarci da soli (ma faremo presto e meglio 😉 mentre per  i possessori di Android non ha rilasciato applicazioni client ma ha pubblicato una lista di applicazioni consigliate di terze parti.