Skip navigation

Tag Archives: galaxy nexus

Ma quanta gente si stà facendo trascinare in quella che ha tanto il sapore di una mossa di marketing premeditata.
Si parla tanto di display curvi da un po’ a questa parte e già si annuncia il LG G Flex come il primo smartphone, in uscita a gennaio, con un display del genere tanto da diventare un tam tam che sta facendo passare in cavalleria una questione di cui pochi parlano: …é falso!
Smartphone con display curvi esistono già (o almeno “esiste”già) da oltre 2 anni. Si chiama Galaxy Nexus e lo sto usando per scrivere questo pensiero.
Certo non é curvo forse come quelli in uscita ma é curvo e quando si é abituati al gnex si sente la differenza maneggiando un altro terminale dritto.
Aspettiamo e intanto continuo a tenermi il mio Galaxy Nexus in tasca, perché grazie alla sua “curvatura”, ci sta comodamente 😉
Have fun …always!

Annunci

Come alcuni di voi avranno notato la sintesi vocale di Google, almeno per quanto riguarda la lingua italiana, lascia molto a desiderare e personalmente trovo molto piú “matura” quella di Samsung che ha pronunce molto piú corrette e realistiche. Ho pacchettizzato tutti i file necessari per passare al Samsung TTS (mi ricorda sempre l’olio per la miscela usato da ragazzo) in un file zip installabile da recovery. Se vi interessa lo trovate qui.
Testato su maguro con rom kitkat CM11 (metalspring e playfulgod) e SlimKat.
Qui un video dimostrativo che mostra la differenza.
Have fun …always!

La release unofficial CM11 “cucinata” da PlayfulGod nel tread di xda raggiungibile qui porta ad un ulteriore stadio di maturità la CM11 basata su KitKat 4.4.1 per il Galaxy Nexus. In aggiunta a questo, l’utente Suxsem ha pacchettizzato un fix per la fotocamera, la galleria e face unlock che risolvono i problemi riscontrati fino ad ora. Lo stesso Suxsem ha scritto un mini tutorial su xda in cui guida l’utente ad una installazione ottimale basata sulla ROM di PlayfulGod, delle GApps ottimizzate, il suo fix per la fotocamera ed il kernel Mpokang 1080p v10. Se interessati trovate qui il piccolo tutorial al cui interno troverete anche i link a ciò che vi necessita.
Have fun. ..Always!

Ho appena raggiunto uno stato soddisfacente di usabilità con una rom Kit Kat sul mio Galaxy Nexus maguro per una fortunosa coincidenza nata da un errore di distrazione. Nel modo che vi descriverò otterremo una specie di rom Kit Kat ibrida che funzionerà molto bene. Ecco cosa fare:

da CWM, dopo aver fatto un “wipe data/factory reset” e “format /system” in mounts and storage, installate la PA Saberdroid 3.99 RC2 e le Gapps. Dopo il boot assicuratevi di aggiornare tutte le apps di sistema dal Google play. Scaricate ora la rom cMetal 11 e le gApps che propone. Riavviate in  CWM recovery e fate un flash “sporco” (senza operarare nessun wipe) della cMetal e delle gApps. Riavviate e fate il primo sign in nella Cyanogen 11 “sporca”. Ecco fatto. Una rom Kit Kat 4.4 con un UI ibrido (ve ne accorgete dalle scritte in colore blu) che risulta davvero molto performante.

Ora un piccolo trick. Installate Es File Explorer da google play e concedetegli i permessi di root in lettura e scrittura sulla dir /System,

Scaricate la fotocamera stock di Jelly Bean 4.3 qui; ora tramite Es File Explorer, navigate in /System/app e cancellate “Cameragoogle.apk” e Gallery2.apk”, Ora copiate qui il file scaricato prima, settate i permessi in -rw-r–r– e lanciatene l’installazione. Verrà installata la fotocamera stock di Jelly Bean 4.3 perfettamente funzionante che, differentemente dalla fotocamera stock di Kit Kat in cui c’è solo la modalità “panorama” e per giunta senza anteprima video, ha tanto di funzioni “Panorama” e “Photosphere” attive. L’unico problema è che se fate un reboot anche questa fotocamera non mostrerà più l’anteprima video in “panorama” e si chiuderà forzatamente in modalità “Photosphere”. Ma niente paura! Basterà navigare in /System/app con file explorer, reinstallarla e tutto tornerà a funzionare.

Have fun! …Always!

 

 

Sono davvero entusiasta di Kit Kat 4.4 e davvero ammirato per la veste grafica e le nuove funzioni.
Ha un launcher di default davvero ben fatto e funzionale, con le limitazioni solite del launcher stock che lo hanno sempre penalizzato rispetto ai launcher di terze parti (vedi Apex, Nova, etc.), ma anche con alcune gesture furbe  e una veste grafica che me lo fanno veramente apprezzare.
image

Un’altra feature davvero furba é la possibilità di disinstallare un’app direttamente dall’app drawer; basta premere e tenere premuta l’icona di un’app e verrà proposta l’opzione di disinstallazione.
image

Insomma …cerco giustificazioni per evitare di dire che …mi sono innamorato di Kit Kat e che ora davvero sento forte quel senso di “tradimento” causato dal mancato rilascio di Kit Kat per il mio Galaxy Nexus da parte di Google.
Google, …é ufficiale: t’odio! …e siccome non “amo odiare”, credo che non compreró mai piú un Nexus!

Have fun. …always!

Screenshot_2013-11-04-13-37-19Partiamo col commentare la scelta di Google di non rilasciare un aggiornamento ufficiale di KitKat 4.4 per Galaxy Nexus per la loro politica di supporto ai dispositivi per 18 mesi scaduti i quali, scade il supporto: “vergogna!” (anche se credo che qualsa c’entri anche Texas Instrument e la cpu OMAP di cui è dotato il Galaxy Nexus).
Personalmente aggiungo anche un bel …”chissenefrega! Visto che una rom stock non l’ho praticamente mai montata; certo sarebbe d’aiuto per lo sviluppo di rom custom avere una stock su cui appoggiarsi ma, cosi vuoi farci, il marketing… .
Passiamo a noi.
La mia scelta è ricaduta sulla combinazione “SlimKat” più  le “GApps Paranoid Android (le 4.4 mi raccomando).
Scarichiamole. Assicuriamoci prima di avere installata l’ultima recovery CWM se così non fosse installatela prima di procedere.
Importante: alcuni utenti hanno segnalato problemi provenendo da una versione di JB che fosse precedente alla 4.3. Se anche voi siete nella stessa situazione, flashate prima una 4.3 e poi procedete. Detto questo procediamo.
Avviate in recovery e prima d’ogni altra cosa fate un nandroid backup. Fatto ciò, fate un “wipe  data/factory reset” e  successivamente, da “mounts and storage” diamo un ” format /system”.
Bene ora flashiamo la slimkat e le gapps e poi diamo un  “wipe cache partition” e “advanced-wipe dalvik cache”.
Riavviamo
Eccoci in kitkat 4.4.
Io ho continuato nelle personalizzazioni. Prima di tutto il root. Scaricate SuperSu ed installatela da CWM. Come al solito wipe cache/wipe dalwik cache e riavviate il dispositivo.
Il primo fix che ho impostato è stato settare i dpi a 280 ( di default è 245) che è una via di mezzo tra i 245 di slimkat e i 320 della rom stock.
Vediamo come fare. Installiamo ES File Explorer, impostiamolo per accesso root e lettura/scrittura della dir /system.
Apriamo il file /system/build.prop , cerchiamo la stringa “ro.sf.lcd-density” e cambiamo il valore da 245 a 280. Riavviamo il telefono et voilà, ecco la nuova “risoluzione.
Altro fix che ho apportato ha riguardato il gps. Per il fix ho usato lo stesso fix utilizzato per JB 4.3.
Sempre su xda scaricate questo fix gps realizzato da Derek Gordon. Scarichiamo la versione 3.1 no ssl. Apriamo il file zip e copiamo il file /system/etc/gps.conf sulla sd. Questo è il file patchato che andrà a sostituire quello presente sul nostro dispositivo.

Con ES File Explorer andiamo in /system/etc/ del nostro telefonino, facciamo un backup del file gps.conf originale, e sostituiamolo con il file gps.conf patchato che abbiamo sulla nostra sd.

Settiamo i permessi del nuovo file a rw-r–r– e riavviamo il telefono. Voilà. Ora per testare l’effettivo funzionamento della patch, nel menù >impostazioni>geolocalizzazione apriamo “Modalità” e selezioniamo “Solo del dispositivo”. In questo modo testeremo solo il modulo GPS senza la funzione “Assisted” che invece riattiveremo dopo il test.

Fatto questo, il fix dei satelliti gps è molto più veloce rispetto a quanto accadeva con il file gps.conf originale e soprattutto non si verifica la caduta di segnale. Violà Gps fixato.

I test li ho effettuati con il navigatore Sygic che ho utilizzato per una 30na di chilometri senza problemi ed anche con l’app AndroiTS GPS Test scaricabile dal Google play market.

Ecco alcune screeshot:

                          Screenshot_2013-11-03-11-21-13         Screenshot_2013-11-03-11-21-03         Screenshot_2013-11-03-11-20-40         Screenshot_2013-11-03-11-19-35

Ho completato l’installazione installando S4pack.zip da qui (questo il thread xda ufficiale) che funziona bene e non da problemi . L’ho installato soprattutto per utilizzare il riconoscimento vocale di Samsung (Vlingo) che preferisco rispetto a quello di Google per utilizzarlo in accoppiata con Sanity e con Calengoo per annunciare a voce il chiamante e i promemoria.

Per concludere vi dico che ho completato con l’installazione di  Skype, Twitter, Dropbox, WordPress, Facebook, Tapttu, Titanium Backup, Chrome, BIG! Caller ID, Circle Alarm, Droid NAS, Moon Reader, PixlrExpress, etc., e tutto per ora sembra andare liscio.

Resta solo qualche glitches grafico e qualche FC, soprattutto quando si utilizza il modulo telefonico.

Continuo il testing e per ora …have fun. …Always!

       Screenshot_2013-11-04-13-37-19          Screenshot_2013-11-04-13-37-24         Screenshot_2013-11-04-13-37-30

Dopo la vergognosa notizia che non ci sarà un aggiornamento ufficiale di KK 4.4 per galaxy nexus da parte di Google, come al solito su Xda developers sono già comparse le prime custom ROM. Io ho scelto la Slim Bean in accoppiata con le Gapps 4.4 del team Paranoid Android.
Anche se la ROM é in stadio di sviluppo alpha, é già usabilissima e …velocissima. Subito rootata con SuperSu da CWM e cominciata a personalizzare in base alle mie esigenze.
Ecco alcuni screenshot mentre continuo nel testing.

image

image

image

Atteso per domani il rilascio di Ubuntu 13.10  (aka Saucy Salamander) che oltre ai soliti upgrade per le versioni desktop e server, avrà la vera novità nel rilascio della prima versione ufficiale di Ubuntu Phone edition. Per ora i dispositivi compatibili saranno il Galaxy Nexus ed il Nexus 4.
Le versioni beta erano state rilasciate anche per il Nexus 7 ed il Nexus 10 ma Canonical non ritiene sufficientemente stabili le versioni per i due tablet e quindi non saranno supportati.
Canonical assicura comunque che l’obiettivo per la release 14.04, prevista per aprile 2014, sarà avere un Ubuntu installabile su tutti i dispositivi possibili (smartphone, tablet, netbook, desktop, server, etc.).
La versione Ubuntu Phone presenterà una grande feature di Canonical che non sarà presente invece sulla versione desktop che è MIR, il nuovo server grafico che sostituirà l’amato e collaudatissimo “X window system”.
Jono Bacon ha assicurato che per domani sarà possibile scaricare Ubuntu 13.10 dicendo anche che non è stato annunciato prima per evitare che “…l’intero pianeta contatti ubuntu.com allo stesso tempo”.
!!?
Se è per me, stai tranquillo Jono; sarò in cerca di funghi. …fenomeno!

Have fun.  Always!