Skip navigation

Tag Archives: Android

Il percorso intrapreso circa tre mesi fa, quando quasi per gioco rilasciai la prima versione del mio kernel per OnePlus One che montano rom Android OMNI MarshMallow, ha risvegliato un interesse sopito che mi sta divertendo e dando soddisfazioni.

Lo sviluppo è in continua evoluzione e il mio kernel, giunto alla versione 1.7, sta diventando sempre più completo. Dalla versione 1.5, sono passato dai sorgenti kernel di Herna ai sorgenti ufficiali del kernel OMNI.

Ad oggi la versione 1.7, rilasciata il 15 aprile, si caratterizza delle seguenti features:

S=T=R=A=N=O=S=T=R=A=N=O
Kernel

Custom Features & Optimizations

Compilato con la toolchain UBER 4.8
KCAL v2 Control – credits to @savoca
Vibrator Intensity interface
Franco’s Sound Control – credits to @franciscofranco
Boeffla TouchBoost – credits to @Lord Boeffla
Voltage Control – credits to @faux123
Simple_gpu_algorithm – credits to @faux123

CPU Governors
Smartmax / Interactive / Conservative / Userspace / Powersave / Ondemand / Performance / Yankactive / Slim / Wheatley / Ondemandplus / Adaptive / Darkness / Nightmare

GPU Governors
Cpubw_hwmon / Msm_cpufreq / Msm-adreno-tz / Userspace / Powersave / Performance / Simple_ondemand
15 aprile – Aggiunto Simple_gpu_algorithm

I/O Scheduler
NOOP / DEADLINE / ROW / CFQ / BFQ / TEST-IOSCHED / SIO / TRIPNDROID – 19 marzo – Aggiunti SIOPLUS, FIOPS e ZEN scheduler

Se siete interessati all’avanzamento nello sviluppo del kernel, fate riferimento al mio tread ufficiale su Xda Developers

Ricordo che il kernel in questione è funzionante unicamente su smartphone OnePlus One (aka BACON) che montano rom OMNI.

Have fun. ...always!
Annunci

Era da tanto tempo che mi limitavo a pochi commits sui sorgenti di altri e avevo cominciato a dedicarmi, come avrete notato, alla divulgazione di informazioni e curiosità.
Poi l’incontro su xda-developers con un vecchio conoscente che mi credeva sparito mi ha invogliato a ributtarmi nella mischia.
Avendo lo stesso smartphone, un OnePlus One, mi ha chiesto se fossi ancora in grado di “giocare” con un kernel e provare ad apportare alcune modifiche.
Ho subito declinato l’invito promettendogli, però, che avrei dato un’occhiata.
Bhè, poche storie. Di occhiata in occhiata, si é risvegliata una vecchia passione e via con una due giorni di coding estremo.
Il risultato é il mio primo kernel per OnePlus One che montano rom MarshMallow OMNIROM.
Se siete interessati vi rimando al mio post su xda-developers dove potrete scaricare il kernel e avere altre info.
Have fun. ….always!

Delle applicazioni iOS che preferisco, iA Writer é senza dubbio una delle migliori ed ora si può averla anche su Android.
Per un utente Android, non avere una demo di prova é un po’ strano e difficilmente si pagheranno a cuor leggero i 4,99 € richiesti per questa app, ma per chi conosce ed apprezza questa app, vederla approdare su Android é davvero una bella sorpresa. Ottimo.
Have fun. …always!

Whatsapp si aggiorna alla versione 2.11.528, gia presente nel Play Store, e porta con se la novità delle chiamate vocali anche se non abilitate di default ma basta un piccolo “hack” per abilitarle.

Navigate in /data/data/com.whatsapp/shared_prefs/ e aprite il file whatsapp_preferences.xml.

Alla fine del file, inserite nella penultima riga, prima della riga con la stringa

 </map>

le seguenti righe

<boolean name="call" value="true" />
<string name="call_allowed">all</string>

salvate il file e riavviate il telefono ed avrete abilitato le chiamate

 
image

have fun. …always!

 

 

Greenify é un tool conosciuto dagli utenti Android ma, come sempre, su HowToGeek ne pubblicano una guida all’utilizzo veramente ben fatta.
Una guida che mostra come utilizzare in maniera un po’ piú da “geek” questo utilissimo tool e tirare fino a fine giornata con il nostro device.
Have fun. ..always!

Una grave vulnerabilità annunciata il 1 settembre riguardante il browser AOSP di Android (il browser di default), stà sconquassando il mondo degli utenti Android. La vulnerabilità puó essere sfruttata da un sito malevolo che, tramite l’iniezione di uno javascript, permetterebbe di leggere i cookies, i campi password, di completare forms, di leggere quel che digitiamo sulla tastiera ed altro ancora in altri siti.
La prima cosa che mi viene da dire é: ” ‘sti cazzi!”.
In parole povere, normalmente i browser sono progettati per impedire che uno script java di un sito possa interagire con un altro sito grazie alle policies SOP (Same Origin Policy) che significa che uno javascript puó leggere o modificare le risorse che provengono dalla stessa origine dello script mentre qui, in pratica, succede che lo script di “www.malware.bad” legge e modifica le risorse di, ad es., “www.paypal.com”. Ribadisco: ” ‘sti cazzi!”.
Una roba da far tremare i polsi.
Chi mi segue sa che chiudo sempre con “have fun. ..always!” ma a ‘sto giro vi dico “be carefull” e installate subito un nuovo browser oltre che cambiare subito tutte le password dei “siti sensibili”.
Stay tuned!

Di moduli Xposed ce ne sono tanti ed ognuno di noi ha i suoi preferiti ma, e ve lo devo proprio dire, Xposed Gel Settings, aka Xgels, é un modulo imperdibile che dà quel tocco di personalizzazione in piú al Google Now Launcher che lo rende straordinario.
Si tratta di piccole modifiche ma che portano l’uso di GNL ad una esperienza utente interessantissima.
Resize di tutti i widget, speed boost delle animazioni, offuscazione della fastidiosissima barra di ricerca ma senza perdere la funzionalità “ok google”, ridimensionamento icone, caratteri, etc., offuscamento delle applicazioni dall’app drawer o aggiunta di nuove schede, e un altro macello di roba lungo da elencare.
Dovete provarlo assolutamente.
Have fun. …always!

Hands-on sul Samsung Galaxy Note Edge ed il suo display curvo.
La recensione di AndroidCentral.com

Have fun. …always!