Skip navigation

Ars Technica segnala un attacco iniettato tramite twitter sfruttando account compromessi. Il presidente di “weheartit.com”, una compagnia con cui è stato taggato uno dei tweet sospetti, dichiara di aver notato delle attività sospette e di aver provveduto a porvi rimedio ma invita a porre l’attenzione sul problema sicurezza e a riflettere su come un problema, magari sorto a causa di una app o un sito di terze parti, possa a cascata riverberarsi tramite altri servizi ed arrivare ad interessare milioni di persone

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...