Skip navigation

L’ UE sta pensando ad uno scudo per la protezione dei dati dei propri cittadini in possesso di aziende americane operanti in UE ma assoggettate alle norme previste dal “PRISM”, il programma di spionaggio messo su dalla NSA americana, entrato in vigore a giugno.
L’Europa é molto preoccupata dopo la scoperta che grosse società informatiche (Google, Yahoo, Microsoft, etc.) siano state costrette dalle autorità americane a condividere con esse, mail, ricerche web e altri dati online.
Il pensiero che dati riguardanti cittadini europei siano ceduti a paesi terzi arbitrariamente senza alcuna autorizzazione é inaccettabile – dice J.P. Albrecht – che é il proponente di questa legge “scudo”.
Il voto é previsto per lunedi ( ma potrebbe essere spostato a martedi) e se la legge dovesse passare, le aziende USA operanti nella UE, non potrebbero piú condividere dati dei cittadini europei con le autorità americane senza ottenere prima l’autorizzazione da una authority appositamente creata. La pena ipotizzata per i trasgressori potrebbe addirittura essere pari al 5% del fatturato annuo globale.
Un bel deterrente non c’é che dire sempre che  il governo USA e le lobby americane, con le loro pressioni, non faranno saltare il tutto.
Have fun.  Always!

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...