Skip navigation

Monthly Archives: ottobre 2012

A quanto pare la strana tendenza di dimenticare sui tavoli dei bar progetti o prototipi più o meno segreti continua e così, dopo la “comparsa” in un bar del nuovo nexus 4, seguita da una caccia al recupero in puro stile spy game da parte di google, ora é la volta del progetto per il nuovo chip ARM che equipaggerà i nuovi top devices dal 2014.
Si prevede che la velocità di calcolo sarà triplicata rispetto ai chip attuali piú performanti senza inficiare la durata della batteria o quintuplicare la durata di quest’ultima lasciando invariata la capacità di calcolo.
Speriamo che la scelta della modalità operativa sia lasciata all’utente finale come già succede con alcuni kernel alternativi con governor tipo “conservative” e “performance”. Se così non fosse, per quanto mi riguarda, almeno per quello che è lo standard utilizzativo attuale, non mi dispiacerebbe ricaricare lo smartphone ogni 5 giorni.
Have fun. …Always!

Caro “non ricordo come ti chiami”, te la potevi evitare quella battuta che, per quanto mi abbia non dico offeso (serve altro a ferire gente dalla scorza dura come noi), ma amareggiato, ti ha procurato guai che ad un puzzolente quasi-napoletano come me (aimé sono “solo” casertano) dispiacciono perché nonostante tutto anche tu, emerita testa di cazzo (scusa ma ci vuole) sarai probabilmente un padre di famiglia che campa col proprio lavoro e probabilmente mette con quel lavoro il piatto in tavola. Proprio per questo, chiedo alla Rai di ripensare e rimodulare il provvedimento che probabilmente verrà adottato tenendo conto proprio di quanto sopra detto.
Tuttavia, signor “non ricordo come ti chiami”, vorrei ricordarti che noi ci accomodavamo nelle terme indossando abiti di seta ed abbandonandoci ad ozi e vizi “storici” quando “altri” vivevano in grotte se non su alberi. Insomma gradirei che pensassi a noi come al presupposto di tutta la modernità (parlo degli acquedotti; cosi eviti di scervellarti) di cui godi oggi e di cui ti vanti.
Comunque ad ogni buon conto spero che le cose vadano come mi auguro e che altri (la tua famiglia) non debbano pagare per questa tua “boutade” di cattivo gusto.
Non ci posso fare niente! É piú forte di me. Sporco e forse pure puzzolente ma …”tengo o’ cuore napoletano” (ma scordate e’ pummarole).

….police and thieves in the street …na na na na …
Pirate bay dismette i suoi server fisici per evitare di incorrere in rappresaglie di polizia e sposta i link ai torrent on the cloud.
Na na na …lassú nel cielo piú blu! Feluce di stare quaggiú….
Have fun. …aaalwaysssss!

…ho visto cose che voi umani …

…ho visto un bassotto col culo grosso “passeggiare” su un tapis roulant ed allungarsi mentre passeggiava perchè la parte anteriore camminava più velocemente di quella posteriore.

…ho visto un “cuoco d’astronave”, anelare ad apprendere l’uso del computer per poter redigere le proprie “memorie”…

…ho visto una cobressa ingoiare un topolino e sputarlo fuori dopo poco e ho sentito esclamare quello stesso stupido topo, mentre si rimetteva a posto i capelli, <<“Uà! Uagliù! … che bucchine!”>>

…ho visto una scimmia che pur di non condividere una banana con una sua simile, se l’è infilata su per il culo prima di consumarla.

…ho visto un nonno leccare tutt’intorno un gelato prima di offrirlo alla nipotina che lo guardava stranita

…ho visto le immagini di una cagnetta, mi pare si chiamasse Laika, sparata nello spazio con un razzo sotto il culo in nome della scienza (aveva anche il caschetto o sono in pieno delirio?)

…ho visto meccanici sfregarsi le mani quando arrivi in officina con l’auto

…ho visto comparire sulla mia testa un’astronave grande come una città e, in una frazione di secondo, sparire di nuovo ad una velocità non terrestre (ma erano tempi in cui qualche “joint” ancora faceva capolino nella mia vita quindi …prendetelo col beneficio d’inventario)

…ho visto giovani intelligenze sprecate sedute nei banchi di scuola a mo’ di parcheggio e lì abbandonati a se stessi

…ho visto la volta celeste, osservandola fissa per lungo tempo, “curvarsi” tanto da sembrare che fossimo in una di quelle palline trasparenti che si appendono sugli alberi di Natale (stesso periodo dell’astronave …quindi..)

poi …

…poi ho visto un uomo, sconosciuto, che seppur sotto la pioggia non si è risparmiato di aiutarmi a spingere l’auto in panne bagnandosi ed andandosene via così com’era comparso. Senza proferire parole. Dopo che ho visto questo, …sono tornato a credere!

Grazie! …sconosciuta testa di cazzo!

Molti di voi avranno già provato Cinnamon DE (un fork di “gnome shell” inventato da quel diavolo di Clem di Linux Mint). Bene se anche voi come me apprezzate il Cinnamon DE ma non amate il file manager Nemo ma preferite Nautilus (di cui Nemo è un fork) ecco come fare per attivarne le piene funzionalità.

p.s.: questa breve guida è basata su sabayon e quindi istruirò tramite “equo”. Voi adattate il tutto secondo il vostro packet manager (yaourt, rpm, apt-get, yast, etc..)

– installiamo nautilus

sudo equo install nautilus

– ora disintalliamo “nemo” (senza disinstallare le dipendenze altrimenti tirerà via anche Cinnamon)

sudo equo remove nemo –nodeps

– ora disabilitiamo “consenti a nemo di gestire il desktop” nel menu “scrivania” dell’utilità “impostazioni di Cinnamon”.

cinnamon-settings

e togliamo il segno di spunta nel menù di cui prima.

– ora assicuriamoci che Nautilus parta all’avvio di Cinnamon.

gnome-session-properties

navigate fino alla voce “files”. Se ce ne sono due, una è ancora riferita a Nemo. Per capire qual’è,  cliccate su modifica e guardate se è riferito a “nemo” o a “nautilus”. In quello riferito a “nemo”, togliete il segno di spunta.

Bene. Ci siamo quasi. Ora riavviate Cinnamon digitando alt+F2 e premendo il tasto r nella finestra (in Linux Mint ctrl+alt+backspace).

– Una volta ripartito Cinnamon, noterete che il tasto destro del mouse non ha alcuna funzione sul Desktop, questo perchè “Nautilus” ancora non è impostato per gestire il desktop. Risolviamo installando Gnome Tweak tool

sudo equo install gnome-tweak-tool

– una volta completata l’installazione lanciamo da terminale

gnome-tweak-tool

– si aprirà la gui del programma. Selezionamo “Scrivania” e attiviamo tutti i selettori.

Fatto. Ora abbiamo il nostro Cinnamon DE con il buon vecchio Nautilus e tutti i suoi irrinunciabili script di cui Nemo è privo (estrai qui, copia in, sposta in,invia a, apri nel terminale, dropbox, etc),  che rendono l’esperienza desktop più ricca.

Have fun. …Always!

Una delle cose che più rimpiangono gli utenti android è la limitata capacità di stampa. Certo, fino a ieri si poteva stampare tramite una stampante wifi direct o anche tramite rete a patto che il produttore avesse rilasciato drivers, utilità, apps e tools vari. Bene. Tutto questo è finito. Ora con Google Cloud Print e l’applicazione Cloud Print (beta), si può stampare da ovunque ci si trovi, su qualsiasi stampante si voglia e con la possibilità di condividere le stampanti.

Stampate gente, …stampate e ricordate …hae fun. …Always!

Tra Apple e Samsung si é creato uno strano rapporto fatto di azioni legali e forniture (i chip A5 e A6 per iPhone li produce Samsung ad Austin). A quanto pare l’ultimo atto gi questa lotta sarebbe l’assunzione da parte di Apple di Jim Mergrad, ing. capo sviluppo chip di Samsung  ed ex AMD che dovrebbe occuparsi dello sviluppo di un nuovo chip per pc in modo da abbandonare Intel e passare ad un chip proprietario. Se anche l’architettura dovesse essere proprietaria questo potrebbe significare uno stop per il movimento hackintosh.
Staremo a vedere.
Have fun. …always!