Skip navigation

In questo articolo si riporta della reale esistenza del “punto g” e se ne specificano anche le misure.

Misurerebbe 8,1 mm di lunghezza e 3,6 mm di larghezza ed avrebbe una precisa struttura e posizione sulla membrana perineale.

La sconvolgente scoperta fatta dottor Adam Ostzenski apre scenari inimmaginabili nel caso in cui venissero effettuate stimolazioni mirate secondo una certa frequenza calcolata grazie all’algoritmo di Dijkstra (noto anche come algoritmo di Dekker) e che provocherebbe una tale vibrazione del corpo delle donne da permettere di traguardare i limiti dei campi magnetici aprendo così l’accesso a universi paralleli ed allo sfruttamento dei buchi neri per effettuare viaggi galattici.

Vorrei comunque segnalare al dottor Ostzenski che hanno anche scoperto di recente “l’acqua calda”, “il vibrione del colera” e studi scientifici con sperimentazioni in “doppio cieco” hanno quasi assodato che se un individuo di qualunque sesso dovesse darsi una martellata sull’alluce del piede sinistro, si verificherebbero quasi sicuramente delle tumefazioni, del livore, probabilmente fratture o caduta dello strato ungueale. Proporrei al dottor Ostzenski di dare il proprio personale contributo anche a quest’ultimo studio scientifico sperimentando personalmente se gli effetti ipotizzati possano essere replicati anche da lui.

have fun  …always!

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...