Skip navigation

Monthly Archives: aprile 2010

Ho appena aggiornato la mia sabayon 5.2 con i nuovi aggiornamenti rilasciati. A parte qualche smadonnamento con il casino di grub2 che bootta in “verbose mode” e che ho risolto in questo modo, la bellissima novità è rappresentata dall’aggiornamento dei nuovi driver video opensource per le ATI che hanno fatto balzare il frame rate della mia vecchia scheda radeon Xpress 200m da 380 FPS a 935FPS con “glxgears” (praticamente mooolto vicino al frame rate che ottenevo con i driver ufficiali ATI). Ora far girare Compiz è un piacere.

Buon “X” a tutti e …cominciate a pensare liberi! ….Passate all’opensource.

Molti anni fa, ormai, sono stato per due anni in Thailandia e me la porto nel cuore. Era un luogo veramente “sereno” dove la spensieratezza sembrava essere lo stato d’animo unico e vincente.

Ora sento che si è quasi alla guerra civile. Le “camice rosse” si sono raccolte ed arroccate nel sud della Thailandia (a maggioranza musulmana) e sono pronti all’atto finale. L’esercito ha ricevuto il via libera per le nuove “regole d’ingaggio” e molto probabilmente tutto questo sfocerà in un bagno di sangue. Ho ancora qualche amico lì che si sta affrettando a raccogliere tutto quel che può e rientrare in Italia o spostarsi a Singapore.

Povera Thailandia! Chissaà cosa ne penserebbe Tiziano Terzani, anch’egli innamorato, come me, di quel paese.

Se vi è capitato di restare impallati alla registrazione al primo boot dopo l’installazione di Leopard, ecco come bypassare l’inconveniente:

riavviate il pc e al Darwin boot loader, inserite il flag “-s” (senza le virgolette chiaramente ;-))

quando si aprirà la consolle, digitate in sequenza:

/sbin/fsck -fy —–>invio

/sbin/mount -uw / ——>invio

passwd root ——->invio e date una nuova password per root

touch /var/db/.AppleSetupDone ——->invio

reboot ——–>invio

Ecco fatto. Buon hackintosh a tutti.

Ho installato la nuova release 5.2 di Sabayon. Le prime veloci impressioni sono veramente positive. Sulfur migliorato nella velocità e nell’interfaccia, una maggiore stabilità del sistema e l’implementazione del “nuovo” Grub 2. C’è voluto un po’ per capire come usarlo ma devo dire che Grub 2 segna una svolta per il boot loader. Arricchite anche le repositories con tantissimo nuovo software. Un piccolo appunto: ho installato “dropbox” via sulfur e non funzionava. Ho dovuto installare il pacchetto manualmente e tutto è andato a buon fine.

ciao